La villa vista dalla peschiera

Scalone interno

Il complesso fu fatto costruire dalla Famiglia Piovene nella seconda metà del ’600. Dapprima la costruzione iniziò lungo l’attuale strada statale, ma a causa di una piena del torrente Agno che scorre a poca distanza, si decise di edificare la villa nella posizione dove oggi si trova . Studi recenti hanno mostrato che dapprima vi erano due distinti corpi di fabbrica, l’uno adiacente all’attuale cappella, e l’altro nella zona retrostante le barchesse. Il progetto della villa è attribuito all’Architetto Antonio Pizzocaro che seguì le orme palladiane. Per poter disporre del parco, i Piovene fecero deviare il torrente Poscola che altrimenti sarebbe passato attraverso il parco stesso, deturpandone l’armonia. La villa passò per eredità alla famiglia da Porto e successivamente alla famiglia da Schio attuale proprietaria.